Uomini: istruzioni per l’uso

Gli uomini dovrebbero essere forniti di istruzioni per l’uso. Per fortuna che poi quelle complicate saremmo noi donne. Oggi, visto il non troppo periodo fortunato che sto attraversando causa virus che ho “beccato”, mi sono venute a trovare a casa alcune amiche e cosi ci siamo messe a chiacchierare. Si parte sempre dal lavoro, si passa ai pettegolezzi e si finisce quindi per parlare sempre del solito argomento: “Uomini”.
Ora, per chi pensasse che i problemi relativi a tale argomento siano definiti solo per le single, beh vi sbagliate. Sposati o meno sono sempre uomini e quindi i problemi di incomprensione permangono.

m3_by_bodystocks-d41u0jl

All pictures included in this articles are from ©2016 Bodystocks.deviantart.com

Una di queste mie amiche è sposata con l’uomo che ha sempre amato, rincorso (all’epoca eravamo ventenni) e alla fine dopo un placcaggio memorabile durato ben sei anni, lo ha sposato e adesso hanno due bambini già grandicelli. Cercavamo quindi da lei consigli e conforto ma ahimè, la dura realtà dei fatti è che nemmeno lei riesce a capire quell’essere che ha sposato. Lui, eterno bambino dall’aspetto angelico e trollerelloso (cosi lo abbiamo definito perché ha sempre qualche impegno di lavoro che lo porta ovunque tranne che a casa sua),  benché ogni sera sia presente a casa, la moglie non si fida completamente e secondo lei, durante i suoi spostamenti giornalieri, lui la tradisce. Prove? – chiediamo – ma lei dice che nonostante gli assidui controlli non ha trovato nulla. Il suo dovere di marito lo fa, prima quasi tutte le sere, adesso se succede due volte alla settimana, lei si dichiara super fortunata, ma del resto sono sposati da più di diciotto anni. Eppure, sente che lui non è più fedele. Prima era premuroso, chiedeva sempre come stava, bacio sulla bocca quando la vedeva, adesso al limite si siede al tavolo e chiede cosa si mangia. Ci consultiamo tra di noi per trovare una soluzione, un perchè, forse è solo stanco, forse  è un fattore momentaneo o forse ha sul serio un’amante.
Chi lo può sapere? Lui certo, ma lui la verità non la dirà mai! Anzi… se lei accenna a qualcosa, lui se ne va stizzito, imprecando che la prossima volta che nascerà, non si sposerà più. 

m6_by_bodystocks-d41u1db

©Bodystocks.deviantart.com

La più giovane del nostro gruppo, invece ha conosciuto un tipo nella palestra che frequenta. Si sono scambiati i contatti e cosi lei gli manda un messaggio in chat. Lui pare sia una specie di modello/accompagnatore/chi lo sa? Mistero assoluto, nessuno lo sa con certezza ci dice. Lui legge il messaggio ma non risponde (il messaggio riguardava il lavoro che fa lui). Cosi lei, essendo che il tipo le piace molto, dopo alcune settimane gli manda un’altro messaggio, nonostante il buon senso le dicesse di non farlo, ma si sa al cuore non si comanda. Lui non risponde subito, (con comodo e con calma, la sua però) e alla fine dopo una settimana, lui si degna di rispondere a sto benedetto messaggio. Lei un pò incavolata, gli risponde di lasciare perdere che tanto non ha importanza, allora lui minimizza l’accaduto e alla fine lei chiede una cosa sempre inerente il lavoro che fa. Lui cosa fa? Non le risponde.

m2_by_bodystocks-d41u09w

© 2016 Bodystock.deviantart.com

Lei pensa cosi che la colpa sia sua, che è stata un pò maleducata e cosi il giorno dopo gli manda un messaggio dove gli chiede scusa e cerca di spiegargli che c’era rimasta male per come lui si comporta ecc ecc. ovviamente lui non risponde nemmeno stavolta e probabilmente no lo farà mai. Qui siamo tutte d’accordo: è pur vero che lui sembra sceso dall’Olimpo e che è un gran gnocco, che è pieno di donne che sicuramente lo vorranno conoscere per portarselo a letto,  ma che senso ha comportarsi cosi? Se non vuole parlare del suo lavoro, basterebbe dirlo. Se lei non gli interessa poteva anche non rispondere o dirlo chiaramente. Non è che ci vuole Einstein per capirlo, se uno non ti risponde, non gli interessi e una si mette l’anima in pace, ma cosi?  Boh! Nessuna di noi, riesce a spiegarsi sto comportamento. Io meno di tutte.  Ormai ho rinunciato a capire gli uomini, dicono una cosa e ne fanno un’altra. La coerenza non sanno nemmeno dove stia di casa. Mentono spudoratamente, sanno negare l’evidenza dei fatti anche quando li cogli sul fatto, ti fanno passare per pazza al solo fine di giustificare un comportamento degno di Giuda, perché hanno sempre ragione e loro sono le povere vittime di donne cattive e senza scrupoli che li hanno circuiti al solo fine di ottenere sesso da loro. Si, perché loro povere anime indifese, al sesso non pensano mai, loro non sanno nemmeno cosa sia il sesso. Loro non fissano il sedere di una donna che cammina davanti a loro, no siamo noi donne meschine e perverse che lo pensiamo: loro fissano un punto indefinito davanti a loro. Mi arrendo, la prossima volta voglio un uomo che abbia un libretto di istruzioni, chiaro e semplice, come se fosse un elettrodomestico, con un tasto on/off, per accenderlo e spegnerlo quando diventa insopportabile, triste, noioso e traditore. Un libretto che mi dica esattamente come funzionano, a cosa pensano, cosa stanno combinando, ecc. Un semplice manuale che mi spieghi tutto quanto, perché signori, riuscire a capirvi risulterebbe difficile anche per Freud.  

Annunci

6 pensieri su “Uomini: istruzioni per l’uso

  1. Bel post, molto vero. Il problema é che gli uomini non sanno di essere così, e nemmeno loro sanno più dove trovare quel manuale di istruzioni. O meglio… sanno che c’era, lo usavano da bambini quando tutto era più chiaro e semplice. Poi l’hanno dovuto nascondere prima per difendersi e staccarsi dalla propria mamma, quando si sono accorti che non poteva essere nè un’amica, nè una fidanzata… poi lo hanno dovuto strappare anche al papà, che lo usava solo per controllare e giudicare… alla fine lo hanno nascosto cosi bene che non sanno più dove sia. E sai quando lo ritrovano? In età matura, verso i cinquanta o giù di lì, quando attraverso le proprie ferite rivedono quel bimbo lontano che col cuore generoso abbracciava il mondo. Voi donne non c’entrate nulla.. mi spiace. 🙂

    Liked by 1 persona

    • E’ cosi un pò per tutti, non solo per gli uomini, perché tutti abbiamo problemi, abbiamo avuto delusioni, abbiamo dovuto staccarci da mamma o papà. Solo che le donne in genere reagiscono, non stanno a farne un dramma che dura una vita intera. E’ una questione anche di maturità, di reagire alle difficoltà della vita e andare avanti. Molti uomini invece sono eterni immaturi, non importa se hanno 16 anni o 60, hanno il nulla nella testa e pensano solo a se stessi, al loro mondo fatto di una toccata e fuga perché questo li fa sentire come se fossero dei moderni Casanova, insomma li fa sentire importanti e indimenticabili. Sono persone vuote, incapaci di amare, incapaci di provare una qualsiasi forma di affetto verso chiunque, che giustificano il loro modo di fare adducendo a scuse patetiche e poco credibili, dando la colpa del loro comportamento a tutti, tranne che a se stessi.
      La vita è fatta di scelte, siamo noi che decidiamo come vivere la nostra vita, siamo noi che decidiamo il nostro futuro.
      Quello che facciamo, com’è la nostra vita dipende solo da noi. Possiamo sederci in un angolo e vedere la nostra vita che ci sfugge, lasciando che il nostro passato ci soffochi e ci trascini a fondo, possiamo stare li immobili a maledire chi ha fatto del male, recriminando su quanto il destino si sia accanito contro di noi, chiedendoci il perchè, un perchè a cui non potremmo mai rispondere, perchè una risposta non c’è, la vita è cosi un pò bastarda con qualcuno, molto più semplice con qualcun’altro. Possiamo rimanere inerti persi dentro la rassegnazione di una vita non facile, vissuta sempre al limite, tra un problema e un’altro; o possiamo rialzarci in piedi (non importa se cadremo ancora) e cominciare un’altra volta a ricostruire il nostro futuro. E’ una questione di scelte, sta a noi decidere quali prendere.

      Mi piace

  2. Io guardo SEMPRE il sedere di una donna che mi cammina davanti (purché sia un bel sedere) …l’importante è farlo con disinvoltura e non stamparle le pupilla sulle chiappe 😉

    Quanto al negare sempre, anche l’evidenza ….è un motto che ci insegnano sin da piccoli 😛

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...