Ricordi dal passato (from a lifetime ago)

12670248_1060446510643838_6741874040304344153_n

E’ bastato uno sguardo
a quegli occhi profondi e neri, per desiderarlo ancora.
La sua mano che stringeva la mia,
l’orgoglio di non voler ammettere
che stare lontani ci fa stare male, e
la voglia di sentirci ancora vicini.
Domande senza risposta che pesano come macigni, ma che
nessuno ha il coraggio di fare.
Desideri e dolore che si confondono
tra le parole dei silenzi che ci
riempiono il cuore.
Sentire il suo respiro, la sua voce
che pronunciava in un sussurro il mio nome,
per farmi desiderare di essere
ancora una volta, solo
sua!

Due screen del vecchio blog “Toccando Sarah” che era ospitato su piattaforma
Splinder ed era dedicato ai Carabinieri e agli uomini in divisa
per i quali ho sempre nutrito molta stima per il lavoro che fanno e
per tutti i rischi che corrono per garantire la sicurezza delle persone.

Vecchi ricordi ancora reperibili su internet grazie a siti che scannerizzano la rete e archiviano i contenuti postati. Un grazie di cuore a M.P. che mi ha mandato gli screen e che da ben oltre 10 anni (il primo blog era datato 2006) mi segue e per me ormai è diventato un carissimo amico sul quale so che posso sempre contare (soprattutto se si tratta di HTML), invece per i suoi consigli sugli uomini…. lasciamo perdere che è meglio. LOL (Lo sai che ti lovvo mucho vero?!)
Grazie per la pazienza, un giorno sarai ricompensato (ne sono sicura, del resto sopporta i miei piagnistei, le mie incazzature, le mie anssssie, le mie paranoie, assaggia le mie torte, ecc., quindi paradiso assicurato.)
Mi ha fatto davvero molto piacere ricordare quei tempi, quando ho iniziato a scrivere quasi per una sfida, perchè ho scoperto che mi rendeva felice farlo. Erano tempi strani, di transizione dove sono stata innamorata per l’ultima volta e un pò quella sensazione mi manca. Ma quando alla fine stai da sola per tanto tempo,  ti abitui ad essere indipendente (fai quello che ti pare senza dover rendere conto a nessuno), autosufficiente (nel senso che non devi pensare se ciò che fai lo farà incazzare perché qui, perché li, perché là – che due gonadi alla fine), insomma sei libera di esprimerti senza patemi.
A quel tempo però ero troppo innamorata per accorgermi che non era tutto come una favola e tornare alla realtà è stato  terrificante ma a poco a poco si ritorna a vivere.
Grazie agli amici che allora mi hanno tenuto la mano anche se virtualmente e che mi hanno sempre dimostrato affetto, stima e amicizia.
Have a goodnight to all!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...